Category: Eventi

“Wonderful Trip” viaggio nella pittura onirica e metafisica di Armando Orfeo

Armando Orfeo

Inaugurata il 7 luglio, proseguirà fino al 29 luglio a Siena presso la Galleria Beaux Arts (via Montanini, 38) la nuova personale “Wonderful Trip” dell’artista maremmano Armando Orfeo  un viaggio nella pittura onirica e metafisica. Attraverso paesaggi immaginari e visioni fantastiche la mostra offre un singolare omaggio alla città del Palio “visioni fantastiche e immaginarie accompagnano il visitatore alla scoperta di un universo sospeso nel tempo e nello spazio. C’è Siena, ci sono le sue architetture e c’è la Toscana con i suoi solidi paesaggi ma tutto viene reinterpretato attraverso colori ed emozioni”.

“La realtà non esiste se si smette di immaginarla” afferma l’artista che fa proprie le lezioni della metafisica e del surrealismo, mescola con abilità straordinaria la genialità di Escher alla patafisica (ovvero “la scienza delle soluzioni immaginarie”).

 

 

Wonderful Trip – personale di Armando Orfeo
Ingresso gratuito

Galleria Beaux Arts (via Montanini, 38 Siena).
Orario: lunedì dalle ore 16 alle ore 19,30 dal martedì al sabato dalle ore 9.30 alle ore 13 e dalle 16 alle 19.30 – Tel 0577 280759;  www.artsiena.com

 

 

 

(sabrina lupacchini/slup)

#ValcenoArte : musica, teatro e buon cibo per riscoprire antichi borghi dimenticati

Karne Murta

“A volte i luoghi si abbinano alla musica come un buon vino a un piatto di alta cucina: scegliendo con sapienza l’accostamento giusto, ognuno valorizza il gusto e il profumo dell’altro”. È la ricerca che caratterizza da sempre il Festival ValcenoArte, giunto alla sua XIV edizione

Da sabato 1 a domenica 9 luglio, il Festival, diretto dal Trio Amadei, Liliana (violino), Antonio (violoncello) e Marco (pianoforte), inoltrandosi nei borghi medievali di Vianino, Viazzano e

Trio Amadei

Varano de’ Melegari, sull’Appennino parmense:  “darà più che mai l’occasione di riscoprire antiche cantine, cortili e loggiati” e porterà concerti di musica classica, etnica, elettronica, pop, spettacoli di teatro e per bambini, mercatini e degustazioni in luoghi dimenticati o difficilmente accessibili al pubblico.

ValcenoArte è organizzato da Associazione Utinam con il sostegno del Comune di Varano de’ Melegari. Sponsor: Dallara, Coms, Aurora Domus, Autodromo di Varano, Turbocoating, Leca Laterlite, Bercella, Lombatti, Fercolor. Si ringraziano CML, Il Dado impianti elettrici, Panetteria Fani, Osteria delle Vigne, Caseificio San Martino.

Il programma completo si può consultare su www.facebook.com/valcenoarte. Tutti gli spettacoli sono a ingresso gratuito.

Ecco il programma:

Florindo

Sabato 1 Luglio – “Vianino SoTTo Sopra” Borgo in Musica

Ore 15.00 – Mercato Solidale (Progetto Promozione Territorio e Produzioni Locali)
Ore 17.00 – Apertura Antiche Cantine – Artigianato e produzioni proprie – Degustazioni vini e prodotti tipici

(in collaborazione con Amici di Vianino e Antica Trattoria Carra)

Ore 17.00 – Torototela, sarto di racconti su misura. Spettacolo per bambini

Ore 17.30 – Vecchio Campanile. Duo Vallara  Boccacci (fisarmonica e clarinetto) Valzer, Mazurche e Ballabili firmati Barimar

Ore 19.00 – Torretta. Pericopesprogetto jazz per sassofono e pianoforte. Con Emiliano Vernizzi e Alessandro Sgobbio

Ore 21.30 – Via Centrale. Karne Murta in concerto (dirty swing)

Dalle 23.00 la serata continuerà a cura degli Amici di Vianino

Domenica 2 Luglio
Ore 19.00 – Anfiteatro Naturale di Vianino. Open  Spettacolo teatrale tratto dall’omonimo libro di Andrè Agassi. Con Mattia Fabris e Massimo Betti

Venerdì 7 Luglio
Ore 19.00  – Anfiteatro Naturale di Vianino. Concerto Electro Aperitiv aspettando le stelle. Con gli  “R11” (musica elettronica).

Viazzano Borgo in Festa (in collaborazione con il Circolo La Contrada e l’Osteria delle Vigne)

Ore 17.00. Esposizioni piccolo artigianato e produzioni proprie, degustazioni vini, visita guidata tra le particolarità storiche del Borgo

Ore 18.00 – Sagrato della Chiesa. “Il Florindo Innamorato”. Con i burattini del Teatro Medico Ipnotico di Patrizio Dall’Argine

Ore 19.30Sagrato della chiesa. Kali Percussion Trio (timpani, piatti, marimba, batteria… e altro)

Ore 22.00 – Loggiato. Semilla “La musica è nomade”. Musica Mediterranea

(Francesco Salvatore –voce, Gabriele Gagliarini – percussioni, Riccardo Medile – strumenti a corda e Paolo Rocca – clarinetto)

 

Dalle 11.00 alle 19.00 – Mercato Medievale nel Cortile del Castello organizzato dall’Associazione “Oltre lo Specchio”

Ore 17.00 – Sala del Castello. Cosmopolitans – Quartetto Sax

Ore 18.30 – Case Noli. Alchimia Duo. “Cinema in un Pentagramma” per due arpe

Ore 21.00 – Corte del Castello. Trio Amadei, Orchestra d’archi e Coro di Montecastello diretti dal   Giacomo Monica  Musiche di J. S. Bach e W. A. Mozart

 

 

sabrina lupacchini/slup

Chimere il Festival dello spettacolo aperto e accessibile

 

Il Festival Pergine Spettacolo Aperto giunge alla sua 42esima edizione. Dal 7 al 15 luglio “spettacoli, performance, talks, laboratori, installazioni e molto altro ancora animeranno il centro storico di Pergine Valsugana. Alla ricerca delle nuove chimere del mondo contemporaneo”.  Quest’anno giunge alla sua sesta edizione anche il progetto No Limits, “nato per rendere il festival più inclusivo e accessibile. Si consolida infatti la collaborazione con le organizzazioni del settore per rendere lo spettacolo sempre più aperto a diverse visioni, approcci e abilità”.

Tra le proposte dell’edizione 2017: gli spettacoli accessibili anche ad un pubblico non vedente. La descrizione audio degli spettacoli è scaricabile dal sito del festival. Inoltre video-installazioni e  spettacoli dotati di sottotitolazione intralinguistica. Interpreti della Lingua dei Segni italiana saranno disponibili per Body swap, un progetto di Open Source Art realizzato da un gruppo internazionale di ricercatori. Venerdì 14 luglio sarà possibile effettuare una visita guidata della cittá Pergine e del suo castello in LIS. 

I servizi predisposti includono una navetta da e per Trento con mezzi idonei anche al trasporto di persone con sedia a rotelle e un servizio di accompagnamento, una volta giunti a Pergine, al luogo dello spettacolo. Gli spazi del festival sono stati inoltre rilevati e le informazioni relative l’accessibilità predisposte per il programma cartaceo, il sito del festival e App gratuita “Trentino Accessibile”.

“La collaborazione con le organizzazioni che lavorano nell’ambito della disabilità intellettiva, ha permesso anche il coinvolgimento di disabili nella realizzazione di elementi di arredo urbano”. Tutti i servizi elencati verranno forniti gratuitamente dal festival e possono essere prenotati telefonando al numero +39 0461 53 01 79 oppure inviando un’email a nolimits@perginefestival.it

Il progetto No Limits è realizzato con la collaborazione di Anffas Trentino onlus, Coop. CS4, Ente Nazionali Sordi di Trento, Centro Franca Martini, Coop. HandiCREA, Coop. Senza Barriere, Coop. Vales, MART Museo d’arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto e con il suporto di Fondazione Pio Istituto dei Sordi. Maggiori informazioni sul progetto sono disponibili alla pagina Accessibilità del festival

 

 

 

(sabrina lupacchini/slup)

“Mediterraneo: fotografie tra terre e mare” edizione 2017

La seconda tappa di “Mediterraneo: fotografie tra terre e mare“, la rassegna che racconta il Mediterraneo come “sperimentale” luogo di relazioni dove le culture e le arti coesistono, dialogano, si intrecciano, si terrà a Settimo Torinese con inaugurazione della mostra,  il 17 giugno alle ore 18 all’Ecomuseo del Freidano.

La rassegna è ricca di eventi: si parte il 14 giugno con il Laboratorio di Fotografia per Stranieri e curiosi, un laboratorio interculturale di esplorazioni urbane aperto a tutti stranieri e cittadini della durata di due giorni intensivi che porterà alla selezione di una serie di lavori realizzati dai partecipanti e alla loro proiezione durante l’inaugurazione.

Anticiperà l’inaugurazione un incontro, aperto a tutti, sulla fotografia di reportage, con Gabriele Micalizzi di Cesura che si terrà sabato 17 giugno alle ore 15,30 all’Ecomuseo del Freidano. Alle ore 18 parte “Mediterraneo: fotografie tra terre e mare” all’Ecomuseo del Freidano con un percorso espositivo, che si snoda tra stampe e video proiezioni, che mette in mostra i lavori dei fotografi Michele Crameri, Alessandro Gaja, Alessandro Gandolfi, Alessandro Rota, Mara Scampoli, Guido Villani.

La settimana dedicata alla fotografia sul Mediterraneo si concluderà con l’appuntamento della domenica 18 giugno tra le ore 15 e le ore 19 in presenza della curatrice. L’esposizione all’Eco- museo del Freidano, sarà visitabile fino all’8 luglio.

“Mediterraneo: fotografie tra terre e mare” edizione 2017
14 giugno – 8 luglio. 

Settimo Torinese: Ecomuseo del Freidano – Complesso del Mulino Nuovo, via Ariosto, 36/Bis – Complesso del Mulino Nuovo

Organizza:
“Lo Cunto” Associazione di promozione sociale, senza scopo di lucro

I fotografi:
Mara Scampoli; Alessandro Gaja; Alessandro Gandolfi; Alessandro Rota; Michele Crameri; Gabriele Micalizzi; Guido Villani

 

MOSTRE – L’arte viva di Paolo Signore: per dialogare “con la società e con l’anima”

Terraspiaggiamarecielo

Sarà inaugurata a Milano martedì 13 giugno (ore 18) presso la Galleria Spazioporpora (via Nicola Antonio Porpora, 16) la personale dell’artista romano Paolo Signore dal titolo Contrasti armonici contemporaneità.  50 opere in esposizione, tra cui alcuni inediti: “luce, colore vibrante e contrasti cromatici costituiscono i tre elementi cardine della pittorica di questo artista dalle diverse anime, che dal colore vivace, a tratti violento vira verso composizioni bicromatiche giocate sul bianco e nero o sul contrasto fra tinte forti, quasi come in una metafora pittorica della vita stessa coi suoi lati piacevoli e quelli più tenebrosi. Sostenitore dell’arte come mezzo per raccontare la contemporaneità, descrivere il mondo, le emozioni e i fenomeni della realtà senza giudicarli da un punto di vista morale, Signore attraverso la pittura cerca di evocare differenti sensazioni, indagando nelle profondità dell’animo umano al fine di innescare un dialogo tra artista e osservatore che va al di là dell’individualità, divenendo messaggio per l’umanità!”. Un esempio e’ dato da una delle opere più stimate da critica e pubblico, “Bataclan”, nella quale l’artista “ha presentato quello che dovrebbe essere a suo avviso l’atteggiamento dell’arte nei confronti degli avvenimenti che caratterizzano l’epoca odierna”.

Bataclan

L’arte di Paolo Signore: “un’arte ‘viva’, intesa come strumento di comunicazione vitale; un’arte che dialoga con la società e con l’anima delle persone”  La mostra sarà visitabile fino al 19 giugno, accesso gratuito (da lunedì a sabato ore 15.30-18.30)
Al vernissage del 13 giugno alle ore 18 ad ingresso gratuito, il vernissage con l’artista e la curatrice Francesca Callipari. Per maggiori info consultare la pagina Facebook o il Sito dell’artista

Buco bianco

 

(sabrina lupacchini/slup)