LIBRI – Arteterapia operativa

Arteterapia in educazione e riabilitazione di Bernie Warren

Le arti visive, la danza, la musica, l’attività teatrale, il raccontare storie, il folclore, le maschere e i burattini si rivelano un approccio molto stimolante per progetti educativi e riabilitativi con persone che presentano disabilità fisiche, ritardo mentale o difficoltà emotive, comportamentali e relazionali. Il volume allarga l’ambito e le modalità di applicazione dell’arteterapia grazie alla versatilità e all’esperienza degli autori, che sono artisti essi stessi e docenti universitari delle discipline di riferimento. Ne risulta un ventaglio di indicazioni, suggerimenti e concrete proposte operative senza pari nel panorama italiano. L’interesse per l’arteterapia è aumentato notevolmente nell’arco degli ultimi vent’anni e si è sviluppato in seguito ai successi che alcuni specialisti in attività creative hanno ottenuto lavorando in ambito sanitario della riabilitazione e dell’educazione speciale. Grazie alla partecipazione a un’attività creativa, infatti, molte persone con disturbi mentali o fisici hanno iniziato a parlare, a muoversi più liberamente e ad acquisire maggiore fiducia in se stesse e nei rapporti con gli altri.

Sf0glia il libro (Pdf)

Pagine: 207
Collana: le GUIDE
Edizioni Erickson

Strisce a Tratti n1. Matilde e il TEMPO

Alzheimer –  MATILDE E IL TEMPO

Perdita del passato e malattia del lungo addio. Siamo fatti di ricordi anche di quelli dimenticati. Il corpo è il custode delle emozioni e della storia di ogni singola vita. Matilde e il tempo è una storia semi vera ricordata a tratti. Un’idea RoSaVida di Roberta Fonsato e Sabrina Lupacchini. Musica di Lorenzo Tozzi.

L’idea originaria è quella di ricordare il “muto” attraverso disegni animati e testo. Muti digitali veri e propri SPOT SOCIALI denominati “Strisce a Tratti” su argomenti di carattere sociale.

Muti per Parlare….

Immagine anteprima YouTube

Strisce a Tratti n2. Costantino il SENZA

Senza dimora –  COSTANTINO IL SENZA


Nel 2009 almeno 500 mila sono le persone che non riescono ad avere una casa degna di essere definita tale. 17 mila sono veri e propri senza fissa dimora… Li chiamiamo ‘Senza dimora’ in realtà hanno perso tutto. ‘Costantino il Senza’ è una storia semi vera ricordata a tratti. Un’idea RoSaVida di Roberta Fonsato e Sabrina Lupacchini

L’idea originaria è quella di ricordare il “muto” attraverso disegni animati e testo. Muti digitali veri e propri SPOT SOCIALI denominati “Strisce a Tratti” su argomenti di carattere sociale.

Muti per Parlare….

Immagine anteprima YouTube

 

Strisce a Tratti n3. Annetta la CARTONERA

Emarginazione –  ANNETTA LA CARTONERA DEI SOGNI

La crisi italiana ci riporta a quanto accaduto in Argentina nel 2001 quando centinaia di persone dopo il crollo di ogni certezza economica invasero il centro di Buenos Aires cercando piccoli espedienti per poter sopravvivere. Molti di loro sono diventati “cartoneros”. Los cartoneros non sono una realtá dell’Argentina ma esistono in tante cittá del sud del mondo. Raccolgono carta e cartoni…Annetta raccoglie e custodisce anche sogni…Le animazioni, sono inUtili “impellenze creative” pensieri erranti realizzati a costo 0. Un’idea RoSaVida di Sabrina Lupacchini e Roberta Fonsato.

‘Muti’ per parlare

Immagine anteprima YouTube

Strisce a Tratti n4. Caterina, di terra di cielo, di NIENTE

Psichiatria – CATERINA DI TERRA DI CIELO DI NIENTE

Dai manicomi del Novecento al “nuovo” Tso. La questione psichiatrica in Italia viene ultimamente affrontata con argomenti e resoconti che sembrano appartenere ad anni lontani. È allarme sui metodi utilizzati in alcuni reparti psichiatrici degli ospedali italiani, torna l’incubo delle contenzioni fisiche, alcune persone sono state trovate legate con cinghie nei letti. Inoltre negli Ospedali psichiatrici italiani (Opg) i risultati di una ispezione fatta dalla Commissione parlamentare d’inchiesta sul Ssn con sopralluoghi a sorpresa effettuati il 22 e il 23 luglio 2010, parlano di: sovraffollamento, carenze di personale sanitario e di polizia penitenziaria, incuria e sporcizia…’Caterina, di terra, di cielo …di niente…” una storia raccontata a tratti. Le animazioni, sono inUtili “impellenze creative” pensieri erranti realizzati a costo 0. Un’idea RoSaVida di Sabrina Lupacchini e Roberta Fonsato.  Musiche di Roberto Bellavigna
“L’istituto serve a proteggere i matti, ma i matti a che servono?” (Ascanio Celestini ‘La pecora nera’)

‘Muti’ per parlare

Immagine anteprima YouTube